top of page
Pincherle Sunset at Cascine.jpg

Adriana Pincherle: I colori di un'artista

12 maggio – 29 maggio 2016

Palazzo del Pegaso

Consiglio della Regione Toscana

Adriana Pincherle è considerata l'ultima erede della Scuola Romana, una propaggine del movimento espressionista. Il suo stile era in diretta opposizione al Classicismo sostenuto dal regime fascista. La mostra del 2016 Adriana Pincherle: Colori di un'artista, a Palazzo Panciatichi, faceva parte del calendario "Donne artiste del '900", un programma della Biennale inaugurato due anni prima. Il suo clou era l'esposizione di 13 ritratti e autoritratti di Pincherle  che AWA ha restaurato per il Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux. La sua mostra gemella, Pincherle e Pacini: Arte e Memoria, si è tenuta in concomitanza all'Associazione Culturale Il Palmerino. Questi eventi hanno commemorato insieme il ventesimo anniversario della morte dell'artista avvenuta nel 1996.

Nel suo saggio "Opere di Adriana Pincherle nelle collezioni fiorentine", la co-curatrice di entrambe le mostre Lucia Mannini parla dell'estro creativo dell'artista. "Alla domanda sui vari movimenti artistici del dopoguerra, Adriana Pincherle risponde: "La mia pittura è sempre stata figurativa, non realista. In questo senso, avevo più affinità con l'informale, che alimentava all'estremo la mia passione per il colore".

All'alba degli anni '60, la forza espressiva del ricco impasto cromatico di Pincherle e il suo uso di colori sempre più audaci e armoniosi affrontano temi ricorrenti tra cui tramonti, pannocchie e botti. Sono "sensuali", con una certa profondità interna nelle loro profondità oscure. Dipinge con una certa aggressività che ricorda le opere di Renato Guttuso [...] Sta manipolando i fatti ma ha raggiunto un delicato equilibrio cromatico e visivo, che spinge i limiti dell'Astrazione, un'impresa mai raggiunta".

 

Curatori della mostra

Lucia Mannini e Chiara Toti

 

Partner e sponsor

 Advancing Women Artists, Associazione Culturale Il Palmerino, Consolato degli Stati Uniti d'America a Firenze, Consiglio Regionale della Toscana, Ente Cassa di Risparmio di Firenze, Fondazione Giovanni Michelucci, Gabinetto Scientifico Letterario G.P. Vieusseux, Rossella Lari Restauro, The Florentine  e The Florentine Press.

bottom of page